Care anime,

 

il mio non è un compito facile, spesso si tende a voler vedere solo un lato della medaglia e a trascurare l’altro lato, forse quello più vero, dove vi sono sacrifici, rinunce, delusioni, sofferenze, lacrime e tante, tante prove dove sperimentare i vari insegnamenti della vita e poter essere così in grado di capire e quindi aiutare gli altri.

Ma ciò che tengo a farvi comprendere è che il mio ruolo non è quello di risolvere o dissolvere i problemi e tanto meno di rendervi la vita paradisiaca, il mio compito è solo quello di aiutare le anime, sia incarnate che non, a risvegliarsi, ad andare avanti, a proseguire nel proprio percorso senza paure, con consapevolezza e con la fede necessaria. Sono stata mandata sulla Terra per accelerare la mia evoluzione e per accompagnare chi desideri intraprendere lo stesso cammino. Ma siate consapevoli di questo:

  • il risveglio porta a far crollare tutte le regole che sono state inculcate nelle nostre menti da quando siamo nati;

  • il risveglio porta a non farci più controllare dalla mente ma a controllare noi i nostri pensieri, riappropriandoci così di noi stessi;

  • il risveglio porta a guardarsi dentro e a fare emergere tutto il nostro disagio, le paure, i sensi di colpa;

  • il risveglio porta all’autoriconoscimento di sé stessi e al fatto che esistiamo ad immagine e somiglianza di Dio.

 

Il risveglio non è semplice, né piacevole, né tanto meno un diversivo da cui poter tornare indietro quando si vuole, perché quando si fanno i primi passi diviene difficile fermarsi. Nel momento in cui una persona inizia questo percorso si trova ad attivare grandi cambiamenti sia di pulizia interna che di pulizia esterna e questo porta inizialmente ad isolarsi e a perdere interesse in ciò che prima sembrava essere di fondamentale importanza ma tutto è utile per cominciare a scoprire qualcosa di diverso, di profondo e soprattutto di reale…

È una pulizia che può durare mesi, anni e forse vite, dipende da te, da quanto prima vuoi risvegliarti, da ciò che veramente vuoi e da quanto vuoi essere padrone di te stesso, della tua mente e non viceversa.

Spesso, quando si giunge a me, si tende a fare sedute individuali portando poi amici e parenti. Diviene però complicato trattare con le coppie perché ovviamente ognuno lavora su sé stesso facendo emergere sempre più disagi o questioni non risolte e questo porta quasi sempre a uno scontro all’interno della coppia e a volte alla separazione. Se potessi scegliere, eviterei di trattare entrambi (soprattutto per la mia pace mentale!), ma non vorrei dover scegliere di negare un’opportunità di crescita a chi si trova sul mio cammino!

Pertanto, accompagnerò chiunque chiederà il mio aiuto verso

un percorso di luce mostrando una visione differente della vita.

Ma ti chiedo di essere consapevole del fatto che io

posso solo darti una piccola spinta,

il resto lo farai tu,

sarai l’unico responsabile e artefice del tuo creato.

Sii consapevole di ciò che hai appena letto.

Con Amore

 

Carla

 

​© Copyright Carla Allieri